LEASING NAUTICO

Leasing nautico è la soluzione di Credemleasing rivolta alle imprese per finanziare l’acquisto di imbarcazioni da diporto, a vela o a motore, nuove, usate o da costruire.
Sarai accompagnato, durante tutte le fasi del contratto, da un team dedicato di professionisti che ti affiancherà e ti supporterà per qualsiasi esigenza di carattere tecnico, legale ed amministrativo.

 

Auto Nautico: vantaggi per il cliente

  •  
    Finanziamento del valore totale del bene
  •  
    Assistenza nell’espletamento delle pratiche amministrative collegate (atto di compravendita, iscrizione del bene nei pubblici registri marittimi, verifica tecnica in fase di acquisto dei certificati dell’imbarcazione, ecc…)
  •  
    Possibilità di personalizzare il piano finanziario attraverso la consulenza dei nostri specialisti dedicati nel rispetto delle norme vigenti
Descrizione prodotto<br>Leasing Nautico

Descrizione prodotto
Leasing Nautico

Tipologia: Leasing nautico

Importo minimo dell’operazione: 75.000 Euro

Durata del contratto: da un minimo di 48 mesi ad un massimo di 72 mesi

Canoni di leasing: Mensili, bimestrali, trimestrali

Anticipo: nella misura massima del 40%

Riscatto finale: da un minimo del 1% ad un massimo del 10%

Tasso: Fisso o Indicizzato




Il D.Lgs. 171 del 18/7/2005 (Codice della nautica da Diporto) ha confermato la possibilità dell’impiego a “fini commerciali dell’unità da diporto qualora la stessa sia:

  • Oggetto di locazione o noleggio (charter)
  • Utilizzata per l’insegnamento della navigazione da diporto (scuola di vela)
  • Utilizzata come unità di appoggio per praticanti subacquei a scopo sportivo o ricreativo (c.d. attività di “diving”) 

In questa tipologia di impiego dell’unità da diporto (“a fini commerciali”), la durata del contratto di leasing non è più vincolante per la deducibilità dei canoni in capo all’Utilizzatore. L’impresa utilizzatrice che imputa a conto economico i canoni di locazione finanziaria (No IAS Adopter) li deduce, a prescindere dalla durata contrattuale prevista, secondo quanto disposto dall’art. 102 del T.U.I.R. (“... non deve essere inferiore alla metà del periodo di ammortamento corrispondente al coefficiente stabilito a norma del comma 2 dell’art. 102DPR 917 del 1986 (T.U.I.R), in relazione all’attività esercitata dall’impresa stessa...”); i canoni e il valore di riscatto saranno considerati non imponibili IVA ai sensi dell’art. 8/bis del D.Lgs.  633/72, e questa particolare tipologia d’impiego dovrà essere annotata nei Registri di Iscrizione e sulla Licenza di Navigazione. L’Utilizzatore dovrà altresì assumere la qualifica di “armatore”. 
Inoltre affinché una nave possa considerarsi “adibita alla navigazione in alto mare” occorre che, con riferimento all’anno precedente, abbia effettuato in misura superiore al 70 per cento viaggi in alto mare (ovvero, oltre le 12 miglia marine). Tale condizione deve essere verificata per ciascun periodo d’imposta.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni indicate si rimanda ai fogli informativi disponibili presso le filiali Credem e Credemleasing o sul sito internet nelle apposite sezioni. La concessione del leasing è soggetto all’approvazione insindacabile di Credemleasing S.p.A.