LEASING STRUMENTALE

Un'azienda non è fatta solo di persone, ma anche di beni strumentali: macchinari, impianti, macchine movimento e mezzi d’opera.

Il leasing strumentale è un grande alleato per sostenere e alimentare l'innovazione e la competitività di imprese e professionisti.
 

Leasing Strumentale: vantaggi per il cliente 

 
 

 

Deducibilità dei canoni di leasing più rapida rispetto all'ammortamento ordinario consentito in caso di acquisto diretto


 

 

Personalizzazione del piano finanziario

 

 


 

 

Consulenza personalizzata per l’ottenimento di contributi agevolati

 


SCOPRI I NOSTRI SERVIZI A DISTANZA
Puoi parlare con uno specialista leasing anche in video conference. E in più, se il preventivo di rata è per te interessante puoi firmare il contratto anche a distanza! Vieni a saperne di più

 

  •  
    Credemleasing offre anche la possibilità ad imprese e professionisti di finanziare l'acquisto e l'installazione di impianti fotovoltaici e di altre fonti di energia rinnovabili.

  •   
    Ti offriamo anche la possibilità di gestire operazioni con uno o più fornitori e l’assistenza completa fin dall'acquisto del bene.

Business Stories

IL CHIOSTRO DEL BRAMANTE

Vi raccontiamo la storia del Chiostro del Bramante, un museo privato nel centro storico di Roma. A parlarne è Natalia De Marco, Direttore Artistico del Chiostro. 

Grazie ad un leasing strumentale, Natalia  ha realizzato il suo progetto di rinnovamento degli spazi interni. 

Guarda la storia.

 

Tipologia: leasing strumentale

Importo minimo dell’operazione: 10.000 Euro

Durata del contratto: da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 84 mesi

Canoni di leasing: mensili, trimestrali, semestrali

Anticipo: nella misura massima del 30%

Riscatto finale: di norma pari al 1%

Tasso: fisso o indicizzato

Agevolazioni:Garanzia INNOVFIN, Fondo di garanzia per le PMI, Nuova Sabatini Beni Strumentali, Lombardia Misura B Artigiani

Assicurazione: obbligatoria. Per le coperture assicurative previste dal contratto, il cliente può proporre la polizza della compagnia di suo gradimento – con vincolo a favore di Credemleasing – o aderire alla polizza collettiva in convenzione con primaria compagnia assicurativa intermediata da parte Credemleasing, senza che tale scelta influisca sulle condizioni contrattuale. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Foglio Informativo e la sezione Assicurazioni.

 


NOVITÀ: CREDITO D'IMPOSTA 2022

La Legge di Bilancio 2022 ha confermato la proroga al 31.12.2022 del credito d’imposta in beni strumentali nuovi ordinari (ex super ammortamento), cioè diversi da quelli indicati negli allegati A e B della legge 232/2016, sia materiali che immateriali (articolo 1, comma 1055, legge 178/2020), ad esempio, mobili, arredi, macchinari e software non 4.0.

Per gli investimenti in leasing aventi ad oggetto beni materiali ordinari nuovi è previsto:

  • un credito d'imposta del 6% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per il periodo d'imposta 2022 fino ad un limite massimo di costi ammissibili pari a 2 € MLN.

Il beneficio è utilizzabile in compensazione, con tributi e contributi, in tre quote annuali di pari importo a decorrere dall'anno di entrata in funzione dei beni.

L’agevolazione sarà per gli investimenti effettuati non oltre il 31 dicembre 2022 ovvero fino al 30 giugno 2023, a condizione che al 31 dicembre 2022 l’ordine risulti accettato dal venditore e siano stati pagati acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione.

Per gli investimenti in leasing aventi ad oggetto beni materiali nuovi appartenenti ad Industria 4.0, ricompresi nell’ Allegato A annesso alla Legge di Bilancio 2017 (ex iper ammortamento) è previsto:

Per gli investimenti effettuati dal 1.1.2022 al 31.12.2022 (ovvero fino al 30.6.2023, a condizione che entro il 31.12.2022 l’ordine risulti accettato dal venditore e siano stati pagati acconti in misura pari almeno al 20%):

  • un credito d'imposta del 40% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per il periodo d'imposta 2022 fino ad una quota investimenti di 2,5 € MLN;
  • un credito d'imposta del 20% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per il periodo d'imposta 2022 per la quota investimenti compresa tra 2,5 e 10 € MLN;
  • un credito d'imposta del 10% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per il periodo d'imposta 2022 per la quota investimenti compresa tra 10 e 20 € MLN.

Per gli investimenti effettuati dall’ 1.1.2023 al 31.12.2025 (ovvero fino al 30.6.2026, a condizione che entro il 31.12.2025 l’ordine risulti accettato dal venditore e siano stati pagati acconti in misura pari almeno al 20%):

  • un credito d'imposta del 20% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per i  periodi d'imposta 2023, 2024 e 2025 fino ad una quota investimenti di 2,5 € MLN;
  • un credito d'imposta del 10% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per i periodi d'imposta 2023, 2024 e 2025 fino ad una quota investimenti compresa tra 2,5 e 10 € MLN;
  • un credito d'imposta del 5% del costo di acquisizione sostenuto dal locatore per i  periodi d'imposta 2023, 2024 e 2025 fino ad una quota investimenti compresa tra 10 e 20 € MLN.

Il beneficio è utilizzabile in compensazione, con tributi e contributi, in 3 quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno dell’avvenuta interconnessione nel «sistema azienda».

Entrambe le suddette misure sono cumulabili con le seguenti agevolazioni:

  • Fondo di Garanzia MCC legge 662;
  • “Nuova Sabatini”;
  • Credito di Imposta del Mezzogiorno;
  • Altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni indicate si rimanda ai fogli informativi disponibili presso le filiali Credem e Credemleasing o sul sito internet nelle apposite sezioni. La concessione del leasing è soggetto all’approvazione insindacabile di Credemleasing S.p.A.